ISOLA DELLA SCALA: Commissariata la Casa di riposo

Svolta alla «Albertini» dopo l´ammanco di cinque milioni di euro. Dipendenti si dichiarano vittime del furto dei fondi

Si dimette il presidente Biasia ma non il consiglio L´assessore Sernagiotto: «La faremo ripartire» Il sindaco Miozzi: «Così avremo più garanzie»

 

Si è dimesso il presidente del consiglio di amministrazione e arriverà un commissario. È questo il nuovo capitolo della casa di riposo «Benedetto Albertini». Le dimissioni sono state ufficializzate ieri nel corso di una conferenza stampa convocata nella sede municipale. Oltre a Marco Biasia, presidente uscente, c´erano il sindaco Giovanni Miozzi, l´assessore regionale ai servizi socio-sanitari Remo Sernagiotto, il dirigente regionale Mario Modulo, gli assessori comunali Michele Casella e Paola Perobelli, e un gruppo di dipendenti dalla casa di riposo che si considerano le vittime dello «sconvolgimento» provocato dalla vicenda legata alle irregolarita contabili.
Non si è invece dimesso il resto del consiglio di amministrazione che nella relazione mandata in Regione il 27 marzo scorso ha confermato la volontà di proseguire nella gestione dell´ente.
Biasia, che non ha motivato le dimissioni, ha ricordato il lavoro del cda che nel mese di gennaio, dopo aver rilevato un ammanco importante (stimato per adesso dagli ispettori della Regione intorno ai cinque milioni di euro), ha attivato le verifiche, denunciato il segretario Gianluca Alberti (è stato sospeso dal servizio a Isola della Scala e lavora a Bussolengo) e garantito la gestione corrente mettendo la Albertini in grado di andare avanti.
«Abbiamo regolarizzato i contratti dei dipendenti scaduti a dicembre 2012», ha detto Biasia, «e riassunto attraverso un´agenzia interinale gran parte di quelli licenziati. Abbiamo inoltre versato 460 mila euro di imposte e contributi arretrati (pagati con fondi di bilancio disponibili), predisposto un piano di rilancio per chiedere un finanziamento bancario per sanare il debito erariale. Un ringraziamento va ai dipendenti che si sono prodigati per continuare a garantire la qualità dei servizi, permettendo alla casa di risposo di mantenere gli standard regionali e superare le verifiche dell´Ulss».
Nel corso dell´incontro sono stati espressi ringraziamenti reciproci sulla collaborazione portata avanti in questi tre mesi dal consiglio di amministrazione della «Albertini», amministrazione comunale e Regione. 
Miozzi ha spiegato: «Il cda ha collaborato con la Regione fin dall´inizio; quando ho ricevuto le dimissioni del presidente, avevo due possibilità: rinominare un presidente o chiedere il commissariamento, opzione quest´ultima che offriva più garanzie. Non è stato fatto prima perché a gennaio eravamo con un direttore sospeso, avevamo dipendenti con assunzioni irregolari e problemi con gli stipendi, per cui restare anche senza consiglio di amministrazione avrebbe creato seri problemi, dato che i tempi del commissariamento sono lunghi. La priorità allora è stata quella di mantenere la casa di riposo. Ora la cosa più giusta è dare l´opportunità alla Regione di portare avanti il lavoro del cda». 
L´assessore Sernagiotto del Pdl ha spiegato: «A gennaio avevo chiesto al cda di rimanere, adesso sono qui anche se non vado mai alle conferenze stampa per un commissariamento, perché dove ci sono situazioni come questa, l´importante è non coprire. Non siamo qui per chiudere la casa di riposo, ma per farla ripartire. Ora ho chiesto al presidente del cda di collaborare con il commissario. Arriverà tra una quindicina di giorni, sarà un dirigente di Vicenza e avrà un anno di tempo, periodo rinnovabile se sarà necessario». 
Rispondendo ad una domanda dei dipendenti, l´assessore Sernagiotto ha detto anche che la casa di riposo «Albertini» rimarrà un´Ipab, istituzione pubblica assistenza e beneficenza. 

Mariella Falduto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...