Palariso: Il comune concede i permessi.

Approvato il regolamento per usare la struttura finora destinata alla Fiera e alle manifestazioni. Può essere affittato da gruppi ma senza alcuno scopo di lucro Costa 500 euro al giorno in estate e 1.500 nei giorni d´inverno.

palariso_

II consiglio comunale ha approvato il regolamento per l´utilizzo del Palariso. La grande struttura polivalente di via Bastìa, di proprietà del Comune, è stata data in concessione all´Ente fiera che vi organizza diverse manifestazioni nell´arco dell´anno; ma d´ora in poi, nei periodi in cui non ci sono eventi fieristici, può essere usata anche da enti, associazioni iscritte all´albo comunale, comitati di feste popolari, scuole, imprese sociali e onlus locali che ne facciano richiesta. A patto che propongano e organizzino inizitive che siano «punto di riferimento e di aggregazione sociale, che rappresentino interessi generali e diffusi, che non abbiano scopo di lucro e che coinvolgano più di 200 e meno di 3.200 partecipanti».

Il regolamento che fissa i criteri per l´uilizzo del Palariso non prevede il pagamento dell´affitto della struttura, ma chi la usa dovrà farsi carico delle spese di gestione, utenze (acqua, luce, gas), pulizie, aventuale utilizzo del palco, di tavoli e panche. Prevede anche che sia la giunta comunale, oltre a valutare le richieste e a stabilire quale accogliere nel caso ce ne fosse più di una per lo stesso periodo, a stabilire di anno in anno l´importo forfettario a carico di associazioni ed enti utilizzatori per la copertura delle spese di gestione: per il 2013 l´importo è fissato in 500 euro al giorno per il periodo estivo e in 1.500 euro al giorno per il periodo invernale con il riscaldamento.

Sempre la giunta può esonerare o ridurre l´importo forfettario in base all´importanza dell´evento, alle associazioni che promuovono attività sul territorio e che collaborano con l´amministrazione comunale nella realizzazione di manifestazioni culturali, sportive, sociali e legate alla tradizione locale.

Il regolamento è stato approvato da 12 voti favorevoli e con l´astensione di Renzo Gasparella del Movimento 5 stelle, che ha osservato che andrebbe condiviso con le associazioni. Chiara Chiappa (Isola nostra bene comune) ha chiesto che il regolamento possa riguardare anche il parco e le zone limitrofe; e a proposito dell´esonero o riduzione dell´importo forfettario, ha detto di non ritenere giusto che la giunta si riservi discrezionalmente ed arbitrariamente questa possibilità, ma che servano «criteri oggettivi, misurabili, condivisi».

Devis Leardini (Lista Miozzi), presidente della commissione regolamenti, ha risposto che si vorrebbe poter esonerare da tali spese ma è difficile, che il regolamento potrà essere modificato in futuro e lo si potrebbe allargare anche al parco.

Il sindaco Giovanni Miozzi ha osservato che «non si intende avvantaggiare questa o quella associazione, dipende dall´evento che viene proposto e si intendono sostenere maggiormente i progetti per il territorio ritenuti più rilevanti. Le singole associazioni che noleggiano in proprio talune strutture spenderebbero di più. Si è ritenuto di creare un pacchetto finito perché il Comune e l´Ente fiera possono avere prezzi più bassi».

Miozzi ha inoltre assicurato che sarà organizzata una riunione con i rappresentati di tutte le associazioni.

Mariella Falduto, L’Arena 16/04/2013

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...